Gli auguri di mons. Leonardo Bonanno per la Santa Pasqua

“E il terzo giorno resuscitò…” (dal Vangelo) 

“La Pasqua frantumi le nostre paure e ci faccia vedere le tristezze, le malattie, i soprusi, e perfino la morte, dal versante giusto: quello del «terzo giorno». Da quel versante le croci sembreranno antenne, piazzate per farci udire la musica del cielo. Le sofferenze del mondo non saranno per noi i rantoli dell’agonia, ma i travagli del parto. E le stigmate, lasciate dai chiodi nelle nostre mani crocifisse, saranno le feritoie attraverso le quali scorgeremo fin d’ora le luci di un mondo nuovo”.

Don Tonino Bello

 

Contemplando il Cristo Risorto nella solenne Liturgia Pasquale desidero far giungere i più fervidi auguri quali semi di speranza per un futuro di serenità, secondo l’ispirazione del Servo di Dio don Tonino Bello: all’Episcopato Calabro, da qualche giorno reintegrato nella sua collegialità con l’elezione degli arcivescovi mons. Fortunato Morrone, nella sede metropolitana di “Reggio Calabria – Bova” e mons. Maurizio Aloise in quella di “Rossano – Cariati”; al Clero diocesano e alle comunità parrocchiali; ai rappresentanti delle istituzioni civili e militari del territorio della diocesi”. Ringrazio, inoltre, quanti mi hanno già fatto pervenire messaggi augurali, che ricambio con rinnovata stima e viva cordialità.

 

† Leonardo Bonanno

Vescovo