SERVO DI DIO

Centro Diocesano Vocazioni
Monsignor Agostino Ernesto Castrillo

DIOCESI

La Diocesi di San Marco si affaccia alla storia con i Normanni alla metà dell'XI sec., il cui processo di latinizzazione da loro avviato in Calabria ne sancisce il reinserimento nell'alveo dell'occidente europeo.

Il Vescovo

NEWS
dal SIR

Ufficio Catechistico

Sac. Gaetano De Fino
Tel 0984513273 int. 3
email: 
Struttura:
  • Direttore Responsabile
  • Commissione consiliare e operativa in ordine alle finalità e compiti unitari dell’Ufficio, al cui interno si costituiscono incarichi specifici in ordine ai singoli settori
  • Curatore di segreteria
    Direttore: Don Gaetano DE FINO
    Responsabile settore Apostolato Biblico: Don Generoso Di Luca – Don Paolo Viggiano
    Responsabile settore Catechesi per i disabili: Don Loris Sbarra
Catechesi e Iniziazione Cristiana
  • Segreteria: AnnaLucia Risotto
  • Referente forania Scalea: Fatima Rezzuti
  • Referente forania Belvedere: Annalucia Risotto – Mafalda Capano
  • Referente forania S. Marco Argentano: Don Paolo Viggiano
  • Altri membri dell'equipe in aiuto alle foranie: Tiziana Ciancio, Giuseppina e Rossella
L'Ufficio è l'organo della Diocesi di S. Marco Argentano-Scalea che offre alle parrocchie, alle foranie, ai gruppi catechistici, ai singoli catechisti:
  • le linee diocesane da seguire nella catechesi dei battezzati fanciulli, ragazzi, giovani, adulti;
  • appuntamenti e strumenti per la formazione dei catechisti, a livello di competenza teologica e metodologica e di solidità spirituale;
  • materiali e itinerari per la catechesi nelle comunità cristiane;
  • un servizio di accompagnamento e sostegno dell’attività catechistica delle singole comunità e foranie;
  • percorsi specifici per catechesi in situazioni speciali (disabili) o con percorsi speciali (catechesi con l'arte).
L'Ufficio ha relazioni con l'Ufficio Catechistico Nazionale presso la Conferenza Episcopale Italiana, con gli Uffici catechistici delle diocesi della Calabria. Per quanto riguarda invece i non battezzati, il punto di riferimento in diocesi è il Servizio diocesano per il Catecumenato, cui collabora anche questo Ufficio.
La struttura dell'Ufficio prevede:
  • Il Direttore;
  • La Commissione diocesana per la catechesi (equipe diocesana) con i settori specifici (Sab; Disabilità; Iniziazione cristiana e catecumenato; catechesi giovani e adulti-famiglie);
  • Commissioni specifiche, anche temporanee, per determinate esigenze (ad esempio: per studiare una catechesi 0-6 anni): coordinatori per unità pastorali;
  • Uno o più addetti di segreteria.
L'Ufficio Catechistico Diocesano svolge opera di coordinamento della catechesi diocesana, fornisce ai catechisti di tutte le parrocchie degli strumenti, come proposte di cammino e di attività, per orientare il cammino delle diverse comunità nella stessa direzione, ferma restando la creatività personale dei singoli e dei gruppi.
Natura dell'Ufficio catechistico diocesano
La responsabilità primaria e diretta del Vescovo nella evangelizzazione e catechesi della propria Chiesa può trova attuazione operativa attraverso l'Ufficio catechistico diocesano. Analogamente all'Ufficio Catechistico Nazionale, il cui regolamento è stato approvato dalla Presidenza della CEI il 27 giugno 2011, l'Ufficio catechistico diocesano si determina in:
  • Finalità e compiti
  • Articolazione interna: evangelizzazione e catechesi (annuncio-IC-adulti-famiglia-giovani), animazione catechistica (formazione dei catechisti-pastorale integrata-coordinamento con altri organismi), settori specifici (apostolato biblico-catechesi delle persone disabili - servizio per il catecumenato)
Finalità e compiti dell’Ufficio catechistico diocesano
  • Promuovere, sostenere e sviluppare il progetto catechistico italiano e il coordinamento dell'azione della diocesi in materia di catechesi;
  • Promuovere la formazione dei catechisti, dei formatori dei catechisti, delle scuole di formazione a livello diocesano e interdiocesano;
  • Promuovere e sviluppare la pastorale catecumenale, attraverso la formazione dei catechisti accompagnatori e la predisposizione di sussidi applicativi, secondo le indicazioni della CEI;
  • Concorrere, per la propria competenza, alla elaborazione e attuazione dei piani pastorali della diocesi con discernimento comunitario;
  • Curare che in ogni attività pastorale siano garantite la dimensione educativa e la catechesi;
  • Favorire l'attenzione da parte delle comunità ecclesiali per la catechesi nelle diverse aree della disabilità, dell'apostolato biblico, della animazione catechistica, del catecumenato, preparando gli operatori e diffondendo adeguati progetti e sussidi;
  • Operare in collaborazione con l’Ufficio liturgico, il Servizio diocesano al catecumenato e la Caritas diocesana; per compiti particolari opera d'intesa con l'Ufficio diocesano per la pastorale della famiglia, l'Ufficio per la cooperazione missionaria, l'Ufficio per i migranti, la Commissione per l'ecumenismo e per il dialogo interreligioso;
  • Favorire la cooperazione tra gli uffici catechistici diocesani e regionali, attraverso incontri e iniziative specifiche.

 

 

LETTERA E PROGRAMMA ANNO 2014-2015
ITINERARIO FORMATIVO UCD 2014-2015
MANDATO CATECHISTI 2014
LETTERA E PROGRAMMA ANNO 2015-2016
Agenda pastorale del Vescovo
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html