Santa Maria del Cedro

45^ Conferenza Nazionale Animatori RnS

Si apre il Giubileo d’oro

Santa Maria del Cedro. Una chance per la Chiesa e per il mondo. Un culto mosso dallo Spirito. Lungo questo versante si è articolata la 45^ Conferenza Nazionale Animatori del Rinnovamento nello Spirito. Momenti di forte spiritualità ed emozione per la Diocesi San Marco Argentano-Scalea che, dal 26 al 28 novembre scorsi, ha partecipato attivamente all’evento dalla Parrocchia Nostra Signora del Cedro, scelta come sede diocesana, collegata in diretta streaming con Fiuggi, sede centrale della Conferenza, in contemporanea con altri 133 luoghi diocesani.

Si è trattato di un viaggio di fede, nello spirito sinodale indicato da Papa Francesco, a cui hanno preso parte i gruppi di Tortora, Praia a Mare, Scalea, Santa Domenica Talao, Verbicaro, Santa Maria del Cedro e Diamante guidati dalla coordinatrice Maria Assunta Malvarosa, coadiuvata dai membri del comitato diocesano, Stefania Biancamano e Antonello Lucchesi e dall’assistente spirituale don Miguel Arenas. Uno straordinario e inedito sforzo organizzativo per onorare il “metodo sinodale”, che, per volontà del Papa Francesco, punta deciso sulla diocesanità. Si è aperto così, ufficialmente, il Giubileo d’Oro del Rinnovamento in Italia. La celebrazione eucaristica è stata presieduta da don Giuseppe Fazio, che ha portato il saluto del vescovo Leonardo Bonanno.

Hanno concelebrato il parroco di Santa Maria del Cedro, don Gaetano De Fino e lo stesso don Miguel Arenas. «n questi ultimi due anni – ha sottolineato il parroco- tutti abbiamo avvertito il bisogno di incontrarci per raccontarci ansie e speranze. Oggi, con la Conferenza RnS, questo bisogno diventa realtà. Possiamo dire che veramente si riparte per ritornare a vivere quella comunione vera (non più virtuale). Il Giubileo d’Oro che il Rinnovamento si appresta a vivere sia e foriero di uno spirito nuovo di fraternità, di comunione e di incontro, nei percorsi di vita che di fede». L’assistente spirituale Rns diocesano, don Miguel Arenas, richiamando le parole di Papa Francesco, ha ribadito la necessità per la Chiesa di aprirsi al mondo. In questa direzione, il sacerdote ha evidenziato l’opportunità di dare visibilità al Rinnovamento, che è una realtà spirituale che svolge un ruolo importante nella dialettica tra Chiesa e comunità. «A distanza di 50 anni per il RnS e dal 40esimo per uno dei nostri gruppi – ha dichiarato don Miguel- è tempo di ripartenza, di un’alleanza nuova». I vari momenti di riflessione e di preghiera sono stati segnati da alcune testimonianze di fede che hanno arricchito e fatto toccare le meraviglie che il Signore compie nei cuori chi lo accoglie e si lascia guidare da Lui.

Tiziana Ruffo – Responsabile, Area Comunicazione, RnS