SERVO DI DIO

Centro Diocesano Vocazioni
Monsignor Agostino Ernesto Castrillo

DIOCESI

La Diocesi di San Marco si affaccia alla storia con i Normanni alla metà dell'XI sec., il cui processo di latinizzazione da loro avviato in Calabria ne sancisce il reinserimento nell'alveo dell'occidente europeo.

Il Vescovo

NEWS
dal SIR

Museo Diocesano

"A quanti con appassionata dedizione cercano nuove «epifanie» della bellezza per farne dono al mondo nella creazione artistica."
Giovanni Paolo II, 1999
Storia
Nella storica piazza Vincenzo Selvaggi di San Marco Argentano, è ubicata la piccola Chiesa di San Giovanni, la cui antichità è attestata dalla presenza, nell'archivio Aldobrandini, di una pergamena risalente all’anno 1209. Dal XII secolo in poi le sole conoscenze a noi sopraggiunte risalgono alla fine del XVI secolo, quando la chiesa risulta essere sede della Congrega dell’Immacolata Concezione. Le ultime notizie che riguardano la chiesa si rifanno al primo 900. Da alcune foto d’epoca custodite presso l'Archivio Selvaggi di San Marco emerge un'altezza inferiore dell’edificio rispetto a quella attuale, una diversità stilistica nel portale e nel rosone che potrebbero essere di epoca diversa rispetto alla chiesa stessa. A ciò vanno ad aggiungersi numerosi eventi sismici che hanno causato altrettanti alterazioni strutturali con interventi sulla facciata e sulla copertura. Attualmente la chiesa è sconsacrata. Inaugurato il 25 maggio 2006 il Museo, nella sua sala Espositiva, ha ospitato la Mostra d'Arte Sacra: Il Vivente - tesori della liturgia e della devozione (con opere provenienti dalla chiesa Cattedrale, dall'Episcopio e da diverse parrocchie della diocesi) allestita in collaborazione con le Soprintendenze PSAE e BAP della Calabria. Il Vivente: è Gesù Cristo, Signore Risorto, sempre vivo nella comunità cristiana a dare senso ed efficacia a tutte le opere d’arte sacra.
Testi a cura di Mariella Patitucci, Maria Cristina Scarniglia e Ernesta De Simone
Contatti
Piazza Vincenzo Selvaggi
87018 - San Marco Argentano (CS)
Tel. 0984 511618
Agenda pastorale del Vescovo
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html