SERVO DI DIO

Centro Diocesano Vocazioni
Monsignor Agostino Ernesto Castrillo

DIOCESI

La Diocesi di San Marco si affaccia alla storia con i Normanni alla metà dell'XI sec., il cui processo di latinizzazione da loro avviato in Calabria ne sancisce il reinserimento nell'alveo dell'occidente europeo.

Il Vescovo

NEWS
dal SIR

Ufficio per la Famiglia e la Vita

DIRETTORE DELL'UFFICIO: Don Loris SBARRA
COPPIA RESPONSABILE: Rosario e Giuseppina Langella
SEDE UFFICIO: Piazza S. Francesco
RIFERIMENTI: tel. fax. 0984 - 513302 (Rosario e Pina); cell. 328.6008789 (Pina) cell. 368.7779839 (Rosario) 
 

 

HTML5 Video is required for this example

 

«I coniugi, in forza del loro ministero, non sono soltanto l'oggetto della sollecitudine pastorale della Chiesa, ma ne sono anche il soggetto attivo e responsabile in una missione di salvezza che si compie con la loro parola, la loro azione, la loro vita».

 

(CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Evangelizzazione e Sacramento del Matrimonio, n° 59)

 

In virtù del sacramento del matrimonio, infatti, tutti “gli sposi sono consacrati per essere ministri di santificazione nella famiglia e di edificazione della Chiesa”.

 

(CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Direttorio di Pastorale Familiare, n° 135. Cfr. anche Concilio Vaticano II, Lumen Gentium, n° 11)

 

Le famiglie cristiane sono, dunque, chiamate a porsi nella storia come “segno efficace” della Chiesa, suo “riflesso vivo, vera immagine, storica incarnazione” (a)  e la Chiesa, da parte sua, ha il compito, primo e fondamentale, di richiamare ed accompagnare gli sposi cristiani a riscoprire, con stupore gioioso e grato, il “sacramento grande” (b), il “dono” che è stato loro fatto dallo Spirito (c).

 

(a) CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Comunione e comunità nella Chiesa domestica, n° 6.

 

(b)Cfr. EFESINI 5,32.

 

(c) CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, Direttorio di Pastorale Familiare, n° 4.

Agenda pastorale del Vescovo
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html
Sant'Angela Merici, vergine, che dapprima prese l'abito del Terz'Ordine di San Francesco e radunò delle giovani da formare alle opere di carità; quindi, istituì sotto il nome di sant'Orsola un Ordine femminile, cui affidò il compito di cercare la perfezione di vita nel mondo e di educare le adolescenti nelle vie del Signore; infine, a Brescia rese l'anima a Dio. http://liturgia.silvestrini.org/santo/126.html